Geologia e geofisica

Geologia e geofisica

Geologia e geofisica

ISMAR studia la tettonica a zolle e i processi sedimentari lungo i margini continentali. Collaborazioni con enti governativi e con l’industria sono in atto per lo studio della pericolosità geologica associata ai processi sedimentari e tettonici e per ricerche nel campo della geologia del petrolio.

Il gruppo di geodinamica studia l’evoluzione dei rift continentali, le dorsali oceaniche e le faglie trasformi nel Mediterraneo, nel Mar Rosso, nell’Atlantico e negli oceani peri-antartici. Il gruppo è anche impegnato nella definizione delle strutture tettoniche attive e nello studio della conseguente pericolosità geologica nella regione mediterranea. Un ulteriore campo di ricerca si occupa dello studio del vulcanesimo sottomarino e dei processi idrotermali.

Il gruppo di sedimentologia e stratigrafia studia gli ambienti costieri, di piattaforma, di scarpata e di piana bacinale per definire il ruolo delle tempeste, delle correnti lungo costa, torbiditiche, contornitiche e da cascata, e delle frane sottomarine come fattori di controllo sull’evoluzione dei margini continentali. Gli studi spaziano da una analisi integrata alla scala di bacino, ad interpretazioni alla scala dei corpi deposizionali fino ai singoli eventi erosivi e deposizionali che possono essere osservati direttamente. Un ulteriore campo di ricerca riguarda l’interazione fra i processi sedimentari e gli ecosistemi marini.

Immagine a destra: Profilo Chirp sonar attraverso la Faglia Nord-Anatolica nel Mare di Marmara (Turchia)

Azioni sul documento