Banner 10

GeoHazard Core Lab - BO

Caratterizzazione geologica, geofisica, geochimica e geotecnica di sedimenti per l’analisi della pericolosità geologica sottomarina e i processi di risedimentazione

0

GEOHAZARD@ISMAR.CNR.IT

Il laboratorio utilizza e sviluppa metodologie analitiche finalizzate allo studio della pericolosità geologica in ambiente sottomarino (terremoti, frane, tsunami) e fornisce un ambiente di collaborazione per acquisire dati geologici, geofisici, geochimici e geotecnici sui campioni di sedimento allo scopo di ottenere elementi utili per una corretta valutazione della pericolosità geologica in diversi contesti oceanografici, dalla piattaforma continentale ai bacini profondi. Il laboratorio sviluppa metodologie operative per la correlazione di livelli stratigrafici dalle carote di sedimento ai riflettori sismici.

STRUMENTI PRESENTI

  1. core-logger multisensoriale di nuovissima concezione, sviluppato da ISMAR-CNR in collaborazione con Proambiente, con tecnologia hardware e software “open”, in grado di effettuare misure sia su carote aperte che chiuse con grandissimo dettaglio (inferiore al decimo di mm) di alcune proprietà fisiche come suscettività magnetica, velocità delle onde P, resistività;
  2. granulometro laser Malvern, modello Mastersizer 3000 (0.01µm-3.5mm);
  3. strumenti per l’imaging  microscopico, microscopio ottico;
  4. XRF portatile per la caratterizzazione geochimica dei sedimenti (Tracer 5i-5g* Portable XRF Spectrometer based on Silicon Drift Detector (SDD) technology.)  -  In corso di acquisizione

SOFTWARE DISPONIBILI

  1. ChirCor un programma per la gestione di log fisici di carote e la generazione di sismogrammi sintetici. (Dal Forno Giulio and Luca Gasperini, 2008. ChirCor: a new tool for generating synthetic chirp-sonar seismograms, Computers & Geosciences, COMPUTERS & GEOSCIENCES, 34, 103-114
  2. SeisPrho, un software “open”, per l’elaborazione e l’interpretazione di profili sismici a riflessione  (Gasperini L., Stanghellini G., 2009. SEISPRHO: An interactive computer program for processing and interpretation of high-resolution seismic reflection profiles, COMPUTERS & GEOSCIENCES, 35, 1497-1507);
  3. Corlog: software di controllo del Core logger ISMAR-Proambiente;
  4. Barth: software di acquisizione e calibrazione dati di suscettività magnetica;
  5. Pico: software di acquisizione velocità delle onde P in sezioni di carote di sedimento.

ESEMPI DI RISULTATI NEL CAMPO DEI GEOHAZARD OTTENUTI ATTRAVERSO L’ANALISI MULTIDISCIPLINARE DI CAROTE DI SEDIMENTO

Le principali attività analitiche sono eseguite nell’ambito di progetti di ricerca nazionali ed internazionali che hanno come finalità la caratterizzazione dei sedimenti marini in relazione ai processi di ri-sedimentazione durante eventi estremi. Ecco alcuni esempi dei risultati ottenuti nell’ambito di questi temi.

Paragraph

Mediterranean megaturbidite triggered by the AD 365 Crete earthquake and tsunami
Polonia, Alina; Bonatti, Enrico; Camerlenghi, Angelo; Lucchi, R.G.; Panieri, G.; Gasperini, L.;
SCIENTIFIC REPORTS, 3 (): FEB 15 2013

Paragraph

Did the AD 365 Crete earthquake/tsunami trigger synchronous giant turbidity currents in the Mediterranean Sea?
Polonia, A; Vaiani, SC; de Lange, GJ

GEOLOGY, 44 (3):191-194; 10.1130/G37486.1 MAR 2016

Paragraph

Turbidite paleoseismology in the Calabrian Arc Subduction Complex (Ionian Sea)
Polonia, A.; Panieri, G.; Gasperini, L.; Gasparotto, G.; Bellucci, L.G.; Torelli, L.;
GEOCHEMISTRY GEOPHYSICS GEOSYSTEMS, 14 (1): 112-140 JAN 2013

Paragraph

Lower plate serpentinite diapirism in the Calabrian Arc subduction complex
Polonia, A; Torelli, L; Gasperini, L; Cocchi, L; Muccini, F; Bonatti, E; Hensen, C; Schmidt, M; Romano, S; Artoni, A; Carlini, M
NATURE COMMUNICATIONS, 8 10.1038/s41467-017-02273-x DEC 19 2017

Paragraph

The impact of the 1999 Mw 7.4 event in the Izmit Bay (Turkey) on anthropogenic contaminant (PCBs, PAHs and PBDEs) concentrations recorded in a deep sediment core
Giuliani, S; Bellucci, LG; Cagatay, MN; Polonia, A; Piazza, R; Vecchiato, M; Pizzini, S; Gasperini, L
SCIENCE OF THE TOTAL ENVIRONMENT, 590 799-808; 10.1016/j.scitotenv.2017.03.051 JUL 15 2017

Paragraph

Are repetitive slumpings during sapropel S1 related to paleo-earthquakes?
Polonia, A; Romano, S; Cagatay, MN; Capotondi, L; Gasparotto, G; Gasperini, L; Panieri, G; Torelli, L
MARINE GEOLOGY, 361 41-52; 10.1016/j.margeo.2015.01.001 MAR 1 2015

Paragraph

A depositional model for seismo-turbidites in confined basins based on Ionian Sea deposits
Polonia, A; Nelson, CH; Romano, S; Vaiani, SC; Colizza, E; Gasparotto, G; Gasperini, L     BO
MARINE GEOLOGY, 384 177-198; 10.1016/j.margeo.2016.05.010 FEB 1 2017

Azioni sul documento