Banner 1
 

On line il nuovo sito di Saperescienza.it

Dopo il rinnovo cartaceo arriva il sito web del giornale di divulgazione scientifica. Con la partecipazione di CNR-Ismar

Thursday 17 April 2014

On line il nuovo sito di Saperescienza.it

“Sapere”, storica rivista scientifica italiana, si ripresenta ai suoi lettori in una veste grafica rinnovata. Sottotitolo: “Idee e progressi della scienza”. Direttore scientifico Nicola Armaroli, responsabile Claudia Coga. Un sito – www.saperescienza.it - in costruzione. La diffusione rimane quella delle librerie.

Nell’editoriale di esordio Nicola Armaroli, professore di chimica all’Università di Bologna, annuncia la linea: parlare al pubblico con la voce degli scienziati italiani sensibili all’importanza della comunicazione, togliere spazio ai “ciarlatani spacciati per scienziati, falsi venditori di soluzioni a problemi immensi” (vengono in mente riviste e rubriche tv come “Voyager” di Giuseppe Giacobbo, vicende come quella di Stamina), “far conoscere la bellezza della scienza (…) contaminandoci con la storia, la filosofia, la letteratura, e rimanendo sempre attenti ai problemi etici e sociali”. In conclusione: “diventare una voce libera e autorevole della comunità scientifica italiana presso opinione pubblica; essere letti dagli insegnanti e dagli studenti delle scuole superiori e dell’università”.

Già nel primo numero troviamo contributi di ricercatori CNR-Ismar

A.Polonia "Il Mistero di Tunguska" (rubrica Geogorà) disponibile on line

e sulla rivista cartacea

A. Polonia: (Rubrica Terra, Terra!)

  • "Mare Monstrum" (n.1 gennaio febbraio)
  • "Terremoti luminosi." (n.2 marzo-aprile)

E. Bonatti:
"L'oceano ed il tempo" (n.1 gennaio-febbraio)


Azioni sul documento