banner 11
 

Nasce ICOS ERIC: l'Unione Europea verso la COP21 con un messaggio chiaro e determinato

Con la stazione fissa PALOMA in Golfo di Trieste, ISMAR fa parte integrante della rete ICOS (Integrated Carbon Observing System) di cui la Commissione Europea ha appena costituito ufficialmente l’ERIC (European Research Infrastructure Consortium), lo strumento legale e con personalità giuridica per l’organizzazione e la gestione di infrastrutture di ricerca.

Tuesday 24 November 2015

Nasce ICOS ERIC: l'Unione Europea verso la COP21 con un messaggio chiaro e determinato

Con la stazione fissa PALOMA in Golfo di Trieste, ISMAR fa parte integrante della rete ICOS (Integrated Carbon Observing System) di cui la Commissione Europea ha appena costituito ufficialmente l’ERIC (European Research Infrastructure Consortium), lo strumento legale e con personalità giuridica per l’organizzazione e la gestione di infrastrutture di ricerca.

ICOS è una infrastruttura di ricerca (RI) distribuita su tutto il continente europeo che fornisce misure di alta qualità sul ciclo carbonio, sulle emissioni di gas serra e sulla loro concentrazione atmosferica. Integra reti di siti per il monitoraggio di gas serra in atmosfera, ecosistemi e oceani al fine di fornire basi osservative per la stima del bilancio europeo del carbonio e per analizzarne l’evoluzione. I siti di misura sono distribuiti tra l’Artico e il Mediterraneo per le componenti atmosfera e ecosistemi, e su piattaforme/navi nel Nord dell’Atlantico, nel Mediterraneo e nel Mar Baltico per la componente marina.

Il contributo italiano ad ICOS è rappresentato da numerose stazioni di osservazione e di rilevamento dati nelle tre componenti: atmosfera, ecosistemi e oceani.

ISMAR contribuirà dunque direttamente alla parte marina (OTC, Ocean Thematic Centre) con misure in continuo di pCO2 atmosferica, pCO2 disciolta, ossigeno disciolto, parametri fisici e con misure discrete di pH, alcalinità totale, nutrienti disciolti. Inoltre coordina la partecipazione delle stazioni marine italiane all’OTC.

Commentando l’importanza dell’istituzione di ICOS ERIC, Robert-Jan Smits, Direttore Generale per la Ricerca e l’Innovazione presso la Commissione Europea, ha dichiarato: “Grazie alle attività che agevoleranno osservazioni di lungo periodo sui gas serra e sul carbonio su scala pan-europea, l’infrastruttura europea di ricerca ICOS fornirà un importante contributo di informazioni e conoscenze al servizio dell’impegno europeo e globale verso l’ottenimento di sicuri obiettivi di mitigazione. È quindi d’importanza straordinaria che ICOS abbia ottenuto lo status di ERIC e che questo sia avvenuto proprio alla vigilia della COP21 di Parigi, portando un nuovo, chiaro, messaggio dell’Unione Europea circa i propri impegni sugli obiettivi che riguardano il tema delle emissioni”.

Per approfondimenti:
CNR News: http://www.cnr.it/news/index/news/id/6400
Sito web di ICOS: https://www.icos-ri.eu/

Contatti:
Anna Luchetta, Contatto nazionale per l’ICOS OTC network, anna.luchetta@ts.ismar.cnr.it
Carolina Cantoni, Responsabile attività nel sito Paloma, carolina.cantoni@ts.ismar.cnr.it
Tel. 040305312


Azioni sul documento