banner 9
 

"Dichiarazione di Venezia" al BLUEMED initiative for blue growth and jobs in the Mediterranean

Uuna nuova agenda strategica per il Mar Mediterraneo

Tuesday 20 October 2015

Promuovere la cooperazione tra i Paesi del Mediterraneo nei settori della ricerca e dell’innovazione coinvolgendo gli stakeholder pubblici e privati, dare priorità alle azioni ad alto impatto sociale, assicurare l’utilizzo efficace ed efficiente delle risorse e delle infrastrutture da parte dei Paesi membri, sviluppare competenze innovative legate al settore marino e marittimo. Sono questi alcuni punti di chiave della Dichiarazione di Venezia per la cooperazione nel Mar Mediterraneo, presentata venerdì scorso all’evento “The BLUEMED initiative for blue growth and jobs in the Mediterranean”, che si è svolto presso Aquae Venezia 2015, la grande esposizione universale dedicata all’acqua.

"Siamo qui per parlare di un'agenda strategica per il sistema del Mediterraneo inteso come ricerca e programmazione congiunta sul mare. È la prima volta che nove Paesi europei, ma a Venezia ne sono presenti 15, condividono l'agenda con un tentativo per ora riuscito di ridurre la frammentazione delle iniziative che, se parcellizzate, risultano ovviamente rallentate con spreco di energie e di risorse” ha commentato Stefania Giannini, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che ha presenziato l’evento e preso parte alla riunione informale dei Ministri dei paesi membri dell’iniziativa BLUEMED.

L’agenda strategica è stata infatti condivisa dai Ministri di Cipro, Croazia, Francia, Grecia, Malta, Portogallo, Slovenia e Spagna, con l’Italia capofila, insieme al Commissario Europeo per la Ricerca, la Scienza e l’Innovazione Carlos Moedas. “Il commissario europeo – ha osservato Stefania Giannini - è parte attiva di questo processo. BLUEMED – ha aggiunto – come pilastro di ricerca scientifica, fa parte della programmazione nazionale e del Piano Nazionale della Ricerca perché il tema del mare per un Paese che ha ottomila chilometri di coste è fondamentale per l'economia che attorno al mare ruota”.


Download

Azioni sul documento