Banner 1
 

Al via il progetto INNOVAMARE

Primo passo verso la sostenibilità del Mare Adriatico

Monday 27 July 2020

Al via il progetto INNOVAMARE

La sostenibilità del Mare Adriatico è la missione del progetto strategico InnovaMare, finanziato dal Programma Interreg Italia-Croazia per la cooperazione transfrontaliera 2014-2020, la cui conferenza di avvio ha avuto luogo il 22 luglio 2020 ed è stata organizzata dalla capofila Camera di Commercio croata e l'Istituto Ruđer Bošković, uno dei partner del progetto.

Per i prossimi 30 mesi InnovaMare coinvolgerà 14 partner  italiani e croati al fine di sviluppare e stabilire un ecosistema dell’innovazione, nell'ambito della robotica subacquea e dei sensori per il monitoraggio, incentivando la collaborazione transfrontaliera tra scienza e settori privati.

La conferenza di avvio, presentata da Tomislav Radoš, Vicepresidente della Camera di Commercio croata, ha illustrato la missione e la visione del progetto. Nella conferenza sono state previste  tre diverse sale tematiche in cui i partecipanti e le parti interessate sono state invitate a contribuire con approfondimenti e opinioni sul progetto. "L'inquinamento del mare come problema economico" guidato e moderato dall'Istituto Ruđer Bošković e dal CNR-ISMAR, ha affrontato il tema dell’ inquinamento che colpisce il mare Adriatico e le misure che possono essere messe in atto per mitigarne, ridurrne o eliminarne gli effetti. "Il trasferimento di tecnologia come elemento chiave per l'innovazione", moderato dall'Università di Fiume e dall'Università di Trieste, ha riassunto le principali dinamiche e gli scopi di questo processo considerando i ruoli degli attori coinvolti, evidenziando l'importanza del trasferimento di tecnologia non solo a fini di ricerca e sviluppo ma anche in termini di sostenibilità e salvaguardia dell'ambiente. "Creare un ecosistema innovativo per un'elica quadrupla più forte", moderato dalla Camera di Commercio croata e da Unioncamere Veneto, ha sottolineato l'importanza di coinvolgere ricercatori, responsabili politici, imprese e società civile al fine di per stabilire connessioni, esplorare problemi e risolverli.

I partner di progetto collaboreranno per affrontare sfide significative con impatto su importanti settori  quali: pesca, traffico marittimo, acquacoltura e turismo, al fine di creare un centro di innovazione digitale per la robotica e sensori sottomarini innovativi, sviluppando una strategia e un piano d'azione per favorire l’ecosistema dell’innovazione, creando un prototipo robotico innovativo e una piattaforma web interattiva per la collaborazione.

Il valore del progetto InnovaMare è di 5,6 milioni di euro ed è gestito da un consorzio di 14 partner provenienti da Croazia e Italia: Camera di Commercio croata, Unioncamere Veneto, Università di Trieste,   Agenzia Regionale Puglia per la tecnologia e l'innovazione (ARTI), Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Scienze Marine (CNR-ISMAR), Cluster di tecnologia marittima FVG, Communication Technology Srl, Istituto nazionale di oceanografia e geofisica sperimentale (OGS), Istituto Ruđer Bošković, Facoltà di ingegneria elettrica e informatica - Università di Zagabria, Università di Dubrovnik, Università di Fiume, Geomar Ltd, Regione di Šibenik Knin.


Azioni sul documento