banner 9

Giorno della Memoria: mostra ed eventi a Venezia

CNR-Ismar fornisce l'archivio storico dell'ex Istituto di Studi Adriatici. Venezia dal 19 gennaio al 12 febbraio 2017

Thursday 12 January 2017

Giorno della Memoria: mostra ed eventi a Venezia

 

Dal 19.01 al 12.02.2017 - Università Cà Foscari, CFZ Cultural Flow Zone TESA 1, Venezia

Inaugurazione il 19.01  ore 18:00 - Università Cà Foscari, CFZ Cultural Flow Zone TESA 1, Venezia. Ingresso libero.

 

 

Una mostra e una serie di eventi per aprire uno spazio di riflessione, di ricerca e di dialogo in occasione del Giorno della Memoria che quest'anno cade ad 80 anni dall'emanazione in Italia della prima legge sulla tutela della razza. ISMAR Venezia ha patrocinato la manifestazione mettendo a disposizione del gruppo di lavoro dell'Università Cà Foscari di Venezia l'archivio storico dell'ex Istituto di Studi Adriatici

Il progetto, coordinato dal Prof. Alessandro Casellato dell'Università Cà Foscari di Venezia, nasce da una collaborazione tra studenti con competenze e attitudini differenti, in occasione del Giorno della Memoria che quest'anno è concomitante con gli ottant'anni dalla promulgazione della prima legge sulla tutela della razza: l'intenzione è infatti rivolgere lo sguardo verso quegli eventi storici che costituirono una tappa fondamentale nell’elaborazione del pensiero razzista italiano e che trovarono un tragico epilogo nella Shoah.

L’attività di ricerca è stata condotta in archivi ed enti di conservazione del veneziano ed ha interessato diverse tipologie di fonti con particolare attenzione a quelle a stampa, quelle iconografiche, e alle fonti orali. Tra gli archivi più rappresentativi, quello dell'ex Istituto di Studi Adriatici conservato presso la vecchia sede ISMAR a Venezia: all'atto della sua fondazione, nel 1933, il Presidente Paolo Thaon di Revel stabilì che "compiti dell'Istituto sono la raccolta, il coordinamento e l'illustrazione di tutto ciò che fa riferimento all'Adriatico". Il Regime fascista negli anni successivi e fino alla propria disfatta, si servirà dell'Istituto per legittimare le proprie mire espansionistiche, trasformando l'antico Golfo di Venezia in uno spazio di conquista verso i Balcani. Malgrado la prospettiva propagandistica imposta dal Regime, l'Istituto continuò ad accrescere anche con contributi scientifici propri e non sempre "allineati" una biblioteca multidisciplinare dedicata all'Adriatico ed al Mediterraneo ancor oggi unica nel suo genere.

Martedì 7 febbraio – ore 15:00 – Tesa 1 a Ca’ Foscari Zattere – Tavola rotonda: Geografia e imperialismo, con Alessandro Ceregato (CNR-Ismar), Giovanni Dore, Massimo Rossi, Francesco Vallerani.


            
        

Download

Azioni sul documento